• lingua                   A

    Italiano

    English

    Deutsche

    Français

    Arabe

missione archeologica agorà 2018

 

Istituto Archeologico Germanico di Roma - Fondazione Gerda Henkel Düsseldorf

 

L’area sacra sull’agorà di Selinunte. Studi sugli inizi in età greca e sugli sviluppi in età punica.

 

Il progetto patrocinato dalla Fondazione Gerda Henkel Düsseldorf e diretto da Ortwin Dally, direttore dell’Istituto Archeologico Germanico di Roma, riguarda alcune indagini sull’Agorà di Selinunte. Gli scavi in collaborazione con il Parco Archeologico di Selinunte nella persona di Enrico Caruso sono diretti da Sophie Helas.

diario degli scavi

30-04-2018

Obiettivo del progetto è quello di indagare l’area nord-orientale della piazza per comprenderne il carattere che si distingue chiaramente dal resto della piazza pubblica, come sottolinea Dieter Mertens dopo anni di scavi e studi sistematici. In questa zona dell’Agorà si sono concentrate diverse evidenze sepolcrali di notevole importanza come l’Heroon (tomba monumentale del fondatore della colonia) e la più antica necropoli di Selinunte greca, rilevata da Antonia Rallo.

30-04-2018

Ci auguriamo una crescita conoscitiva sulla morfologia dell’area in età greca, crescita che ci introduca nella comprensione della piazza anche in età punica, periodo in cui fu istallata un’area sacra. Il progetto mira altresì a chiarire le interrelazioni tra l’età greca e l’età punica, significative per la storia antica di Selinunte. Gli scavi avviati nel 2017 con un’equipe di studenti e studiosi italiani, francesi e tedeschi, stanno già fornendo risultati piuttosto incoraggianti.

I membri della missione

Sophie Helas coordina il progetto come borsista della fondazione Gerda Henkel. Ha studiato archeologia classica a Heidelberg e a Colonia, dove ha conseguito la Laurea con la supervisione di Henner von Hesberg. Dal 2002 al 2008 è referente scientifico dell’Istituto Germanico con sede a Roma. Dal 2010 al 2014 è stata relatore scientifico del progetto, patrocinato dalla Deutsche Forschungsgemeinschaft “Le fortificazioni di Gabii nell’età arcaica” per conto dell’Università di Bonn. Ha lavorato, studiato e scavato nel contesto selinuntino fin dal 1994, sotto la direzione di Dieter Mertens. È autrice di un volume su Selinunte punica, pubblicato nel 2011.

Petra Fleischer ha studiato archeologia classica e storia a Berlino, Università Humboldt, dove ha anche conseguito la laurea. Dal 2004 lavora come archeologa nell’archeologia preventiva e scientifica, e come grafico. Ha scavato ovunque (in Germania, Romania, Austria, Italia, Georgia, Egitto…). Al momento lavora presso la Soprintendenza di Colonia e collabora con il Bergbaumuseum di Bochum, quando non è presente a Selinunte come supervisore.

Eva Träder ha studiato archeologia classica e storia antica a Berlino e a Madrid. Ha conseguito la laurea in Archeologia Classica a Berlino ed è attualmente dottoranda presso l’Università Humboldt della stessa città. Ha partecipato a diversi scavi in Italia, Albania, Portogallo e Turchia. Dal 2017 apporta la sua esperienza come supervisore nel nostro progetto.

Privacy Policy

Ufficio Relazioni con il Pubblico

©2020 - Parco Archeologico di Selinunte e Cave di Cusa